The Domenici After

Ormai Leonardo Domenici sta per concludere il suo secondo mandato consecutivo. Era il 1999 quando entrò per la prima volta in Palazzo Vecchio ed alle amministrative del 2009 non potrà presentarsi nuovamente come candidato. Centro-destra e centro-sinistra, nonostante manchino ancora circa due anni, stanno già iniziando a cercare le giuste figure da mandare in “battaglia”.

Non saranno elezioni facili per entrambe le parti. Il centro sinistra dovrà cercare una figura di alto valore, che faccia chiudere un occhio ai molti elettori delusi dall’operato del Comune attuale. Il centro destra partirà invece con il solito handicap dell’essere un piccolo schieramento in una città storicamente rossa nell’animo, dove si sprecano i cosiddetti voti di cuore.

Il futuro Partito Democratico sembra per adesso intenzionato a permettere ai propri elettori di scegliere il candidato sindaco attraverso le elezioni primarie, così come dovrà essere per il futuro segretario di partito.

Rifondazione Comunista ed altri partiti minori quasi sicuramente si presenteranno nuovamente al di fuori di queste alleanze, come avvenne nel 2004 quando fu necessario un secondo turno per riconfermare Domenici, a causa di Ornella De Zordo che portò via una bella fetta di voti (12,30 %).

Nel centro-destra la situazione sembra più confusa. Potremmo dire che ci sono ancora i lavori in corso, come è giusto che sia, dato che le strategie scelte tre anni fa furono a dir poco imbarazzanti.

Come ben ricorderete, fu scelto tale Domenico Valentino. Nome proposto da Alleanza Nazionale.

Portò a casa il 29,75% ma dopo la sconfitta al secondo turno, a sorpresa di tutti, lo ritrovammo seduto in consiglio tra i banchi della maggioranza. Un giorno azzurro, quello successivo verde.

E proprio per evitare questi scenari, il partito di Fini, pare aver scelto stavolta un personaggio più serio, con idee più serie e soprattutto con più carisma.

Si tratta di Riccardo Migliori. Un nome un programma. Attualmente deputato e coordinatore regionale del partito.

Nel 2004 si candidò alle amministrative empolesi dove portò via un 22% dei voti contro il quasi 60% dell’attuale primo cittadino Luciana Cappelli.

I temi principali sui quali si baserà la campagna elettorale sono la sicurezza e l’immigrazione clandestina. Temi validi ma non i soli sui quali soffermarsi.

La mossa di AN non è però piaciuta agli altri due partiti della coalizione.

Forza Italia vorrebbe candidare una figura di maggiore spessore, un personaggio non politico di professione, già stimato dalla città, con un peso di livello nazionale . Denis Verdini, responsabile della Segreteria Politica del partito è convinto di trovare qualche nome a sorpresa che sappia accaparrarsi più voti di un comunque valido Riccardo Migliori.

UDC potrebbe convincere un personaggio molto vicino al mondo della Chiesa. Un personaggio che rappresenta i valori per i quali il partito ha deciso di combattere la sua battaglia politica.

Forse lui?

Onestamente spero di no!

J.M.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: